Deutschland (e Barça)

wolfsburg_home_0607 Ho letto – o sentito dire – da qualche parte che la riduzione del numero di squadre italiane in Champions League sarebbe un effetto ridicolo del ranking Uefa perchè (più o meno letteralmente) «volete mica mettere la Juventus col Wolfsburg»? Ecco, c’ho pensato: meglio il Wolfsburg.

Avete visto qualche partita di Europa League recentemente? Tutti gli stadi pieni, con squadre a ranghi completi per tentare di portare a casa un trofeo. Se ci fossero state squadre italiane, avremmo visto stadi semivuoti e un’ammucchiata di riserve, come una coppa Italia qualsiasi (a proposito…).

Avete visto giocare la Juve? Avete visto le qualità della sua attuale dirigenza? Avete visto il declino ormai inarrestabile del Milan, e il canto del cigno della Roma in mano alle banche? Avete visto al Fiorentina tentare di affrontare cinquanta e passa partite stagionali con Gobbi, Keirrison e Kroldrup? Avete visto, infine, l’Inter, la più presentabile di tutte solo grazie ad un’ammucchiata dei più formidabili fabbri e carpentieri in circolazione uniti a tre o quattro ottimi attaccanti?

Dire che i grandi campioni amano oramai Liga e Premier League è un’ovvietà nota e ripetuta da qualche anno. Avete presente, però, tutta la nuova leva di calciatori dell’est europeo? Buona parte ora è in Germania. Una volta indovinate quale campionato avrebbero scelto? Bravi, la Serie A, avete indovinato.

Ciò che ancora più mi preoccupa è la nazionale: avete provato a mettere in fila il probabile undici titolare? Buffon; Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Grosso; Gattuso, Pirlo… mi fermo per carità di patria. Ci facciamo e ci faremo ridere dietro.

Nel frattempo, forza Barça.

Leave a Reply