Forza Italia

By | 11th June 2010

2010 FIFA World Cup logo Visto che l’omonimo partito non c’è più, si può tornare a sostenere con parole più chiare e cuore più leggero la nostra squadra nazionale. E’ una squadra, però, che non ha stelle e, soprattutto, ha un allenatore che sembra confuso (anche se non è detto che lo sia). Lasciamo stare il discorso delle convocazioni (Camoranesi al posto di Cossu o Rossi grida vendetta, così come sono discutibili gli ostracismi biennali nei confronti di Ambrosini, Balotelli ed altri).

Pare che la nostra difesa centrale sarà ancora guidata da Fabio Cannavaro, reduce da una stagione disastrosa col suo club e in procinto di trasferirsi nel campionato degli Emirati Arabi. La coppia difensiva più adatta, invece, sarebbe quella con Bonucci o Chiellini, ma probabilmente giocheranno entrambi solo se il secondo sarà schierato terzino (e sulle fasce non abbiamo nulla di più di Zambrotta, Maggio, Criscito). Se il centrocampo sembra essere ormai a posto, dopo i tentativi iniziali con Marchisio avanzato o Di Natale arretrato e cose del genere, in attacco la confusione regna sovrana: l’unico punto fermo è Gila, ma oggi pomeriggio in un’amichevole Lippi non ha nemmeno presentato il capocannoniere della serie A, nelle amichevoli spacciato per ala. Ad ogni modo, se Di Natale e Pepe saranno i due attaccanti esterni titolari, avremo un reparto offensivo composto dai titolari di squadre di media-bassa classifica dell’ultimo campionato.

Nel frattempo, s’è giocata la partita inaugurale: il Sudafrica ha strappato un punto a un Messico moscio e con una difesa sorprendentemente disattenta, forse non abituata a giocare in una squadra così offensiva. Blanco, il talento centroamericano, pare grassoccio, lento e cotto. Marquez segna il gol del pareggio contro i padroni di casa, i quali, se arriveranno agli ottavi, sarà per loro un miracolo: giocano in casa, ma scarsi sono e scarsi rimangono.

A proposito di Marquez: l’ho comprato al fantamondiale ma non l’ho schierato. Si parte bene. Ecco la mia squadra, con 250 milioni di euro mi sembra uscita bene:

– Butt, Neuer, Wiese
– Agger, Bonucci, Maggio, Marquez, Papastathopoulos, Piqué, Skrtel, Van Der Wiel
– Afellay, Behrami, Cahill, Dos Santos, Feilhaber, Hamsik, Kakà, Pienaar
– Cavani, Dedic, Luis Fabiano, Nomvethe, Robinho, Rooney

One thought on “Forza Italia

  1. Pingback: Una banda di Forrest Gump « Corrado's blog

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *