Un po’ di posti dove andare e soprattutto mangiare a Lubiana

Pri Škofu, LjubljanaHo lasciato la Slovenia da un mese, ma avevo promesso che avrei scritto, infine, un’ultima volta di quella città che mi ha ospitato tre mesi. Vi segnalo un po’ di locali dove pranzare, cenare, bere, chiacchierare e divertirsi.

Pri Škofu, che in sloveno significa Dal vescovo, è un piccolo ristorantino nella zona di Trnovo, subito a sud del centro città. L’ambiente è delizioso, il personale è composto da studenti che parlano inglese (a dire il vero, in Slovenia parlano quasi tutti l’inglese, molti il tedesco, a parte gli anziani cresciuti durante l’occupazione italiana che parlano anche un po’ d’italiano con il tono di chi pensa tutto il male possibile, di noi eredi degli ex occupanti). Ricordo della carne condita con pepe e una salsa un po’ troppo piccante, ma che alla fine risulta comunque deliziosa a chi ama i sapori forti come me. Buonissimo il contorno di funghi, per il vino lasciamo perdere, è la Slovenia non il Chianti.

Julia, nome originalissimo per un ristorantino turistico in pieno centro, presso Stari trg, che di fronte ne ha un altro che si chiama Romeo. Consiglio il menù turistico, con zuppa (di asparagi, di aglio, di pomodoro, di quello che capita), insalata, e poi piattone con pasta (usually) e carne sempre ben condita (quasi sempre sono rimasto soddisfatto del condimento della carne, a Lubiana), e sladica (torta). Ricordo una salsa di semi di papavero, o di quelli che credevo essere tali, da pa-u-ra. Prezzo fisso € 7,90.

River, dietro (o davanti, dipende dai punti di vista) Stari trg, insomma sul fiume, di fronte Breg, altro ristorante dove provare il menù turistico, da € 6,90, 7,90 oppure 8,90. Mancherà il primo rispetto a Julia, ma avrete un secondo assai più abbondante. Ho mangiato una volta della carne farcita che era una meraviglia (mi pare tacchino con maiale dentro).

Foculus, a mio parere la migliore pizzeria di Lubiana, a metà strada tra il Drama sulla Slovenska cesta e la Biblioteca nazionale, ottimo anche come pub la sera, là vicino ci dovrebbe essere anche un ritrovo giovanile per studenti universitari, l’ho intravisto nascosto in qualche vicolo.

Makalonca, luogo per drink, cocktail, aperitivi (ma c’è anche la gelateria), con splendida terrazza sotto il lungofiume con vista sulla Ljubljanica. Ho testato solo il mojito, nulla di che. Evitabile.

Bar sul Breg, di cui non ricordo il nome pur avendolo frequentato praticamente tutti i giorni durante il mese di luglio, fa ottimi cornetti, caffè accettabili, i soliti caffellatte che in Slovenia ti spacciano per caffè macchiato o cappuccini, un mojito che sembra un insalata. Lo adoravo perché era un ambiente rilassante con quei suoi tavolini all’aperto sul lungofiume appena ristrutturato, e per via della cameriera bionda che forse aveva bisogno di qualche misura di tacco ma che aveva uno splendido sederino e un paio di occhi azzurri da amare.

Dunajska Pekarna, tornando a Trnovo, un semplicissimo panificio che vende ottimi krapfen a 80 centesimi, buoni strudel alla mela e alla ciliegia, nonché del delizioso pane – a dire il vero, io trovo delizioso tutto il pane sloveno, con semi di zucca, di papavero, sesamo, con un impasto soffice ma pieno di sapore. Mai come lo schifo che ho assaggiato durante i tre anni in cui ho vissuto ad Urbino e mi ero abbonato al pan bauletto e al pan carré.

LubianaGregorino: qui siamo fuori dal centro, a nord, nel quartiere di Bežigrad dove abitavo. Una pizza così così, come in molti altri luoghi, tipo Ljubljanski Dvor (in pieno centro): in entrambi i casi, così come in quasi tutta la città, fareste bene a chiedere pecisamente una pizza s mozzarello, una pizza con la mozzarella, per evitare di ritrovarvi una margherita cotta con qualche formaggiaccio puzzolente.

Infine, tralascio fast food, kebabbari e schifezzerie varie, e forse anche qualcosa da farvi notare che però al momento mi sfugge, per raccomandarvi i kalamari na žaru, i calamari alla griglia che preparano nel ristorante di pesce (con annessa pescheria, e ciò dovrebbe essere garanzia di qualità) che si trova sotto il mercato in centro, sotto i tre ponti, sul lato opposto del fiume rispetto a Prešernov trg. Riescono anche a servire un vino appena decente. Ottimo.

Nei miei post passati trovate invece: Metelkova, Little Italy, Sarajevo ‘84 e Stara Mačka.

2 Replies to “Un po’ di posti dove andare e soprattutto mangiare a Lubiana”

  1. Ciao Corrado,
    ho letto il tuo blog perchè sto facendo delle ricerche su Lubiana, siamo una compagnia di 12 persone e pensavamo di passare li il capodanno per il “dormire” siamo a posto, ma ci chiedevamo dove andare a mangiare… Tu hai qualche idea o suggerimento? Tra l’altro a me sarebbe molto utile avere la mail di qualche ristorante nel caso tu le avresti o avresti idea di dove andare a cercarle?

    grazie mille 🙂

  2. Kristyna, purtroppo io ho vissuto una Lubiana estiva, e quindi non so dirti come i locali si organizzino per il capodanno, e soprattutto i locali che ho segnalato qui; forse (sottolineo: forse) potresti provare con il River o lo Stara Mačka (http://www.staramacka.si/), ma non voglio sbilanciarmi perché sinceramente temo di darti cattivi consigli.

    Di contatti non ne ho, ti dirò che all’inizio usavo questi siti:
    http://www.visitljubljana.si/en/
    http://www.ljubljana-life.com/

    Anche se ce ne sono altri, mi sembrano i migliori. Poi, non so che tipo di capodanno tu abbia in mente, ma se ad esempio vorresti andare in discoteca, prova qua: http://www.klubtop.si/. Oppure, ci sono i festeggiamenti in Prešernov trg.

    Scusami se non ti sono stato di sufficiente aiuto, il fatto è che molti dei posti che ho frequentato a Lubiana non mi sembrano da cena di San Silvestro.

Leave a Reply