Ricomincia la Formula 1 (finalmente)

Kimi Raikkonen sulla F2007Stanotte mi sono sorbito addirittura le prove libere quasi bagnate del primo gran premio della stagione, sarà che ci sono per la prima volta nella storia sei campioni del mondo, sarà che c’è il numero record di gran premi (venti, ma due o tre sono ancora a rischio), sarà che quest’anno sono veramente curioso di sapere come va a finire.

In realtà, come andrà a finire già penso di saperlo: titolo a Sebastian Vettel, il terzo di fila, che batterà altri record e si metterà sulla scia dei vari Prost, Senna, Fangio, Schumacher, e Red Bull quasi imbattibile che a fine stagione si limiterà a gestire il vantaggio. O forse no.

Infatti mi sorprendono due cose: Vettel che si augura di finire tra i primi dieci in qualifica, e questa cosa delle modifiche degli scarichi Red Bull – io non sono un ingegnere, eh, mai piaciute le discipline tecniche, però pare, si scrive, si dice che non sia cosa di poco conto. Mah.

Poi c’è la Ferrari, per cui tiferei anche se a guidarla fosse il demonio in persona, che non è andata malissimo né nei test delle scorse settimane (per quello che valgono) e nemmeno nelle prove a Melbourne. Però c’è Pat Fry che trema, Montezemolo che tuona, e i silenzi stampa di cui Fernando Alonso si frega bellamente.

Ho il sospetto che entrambe le squadre fingano, facciano pretattica, insomma giochino a nascondino. Spero soprattutto per la Ferrari che sia così. Il punto è, però, che se le preoccupazioni mostrate sono reali, significa che comunque la Red Bull faticherà in Australia ma sarà già supercompetitiva dalla gara successiva, mentre la Ferrari inizierà a parlare di sviluppo, vedremo al ritorno in Europa, ci sono venti gare e recupereremo e cose così – un film già visto, tra l’altro.

Sono contento del ritorno di Kimi Raikkonen, il mio pilota preferito, uno che fa il pilota di Formula 1 controvoglia e ama feste, donne, e alcol. Un mito, e secondo me farà bene.

Per il resto, pare che abbia toppato la mia vecchia interpretazione sul nome della Lotus, o più probabilmente si sono messi d’accordo e l’hanno fatta finita con questa storia.

I miei pronostici per il mondiale: Vettel con largo distacco su Button, Hamilton, Alonso, Raikkonen, Webber, Schumacher, Rosberg, Massa. Per i costruttori McLaren e Red Bull sul filo di lana, dietro a giocarsi il terzo posto Ferrari e Mercedes, sorpresa la Sauber, Caterham che migliora, i quattro trattori HRT e Marussia (ex Virgin Racing) irrecuperabili.

In Australia, nel frattempo, vince la McLaren. Poi magari mi sbaglio.

Leave a Reply