Paolo Bernini sui microchip sottocutanei negli Stati Uniti

By | 6th March 2013

[Questo post è stato inizialmente pubblicato su Mondo Grillino, un blog dalla vita molto breve nato dopo le elezioni politiche del 2013]

Paolo Bernini, deputato, in un’intervista trasmessa da Ballarò, su Rai Tre, il 5 marzo 2013, rilancia en passant alcune teorie del complotto, in particolare quella secondo cui negli Stati Uniti si starebbero impiantando dei microchip sottocutanei per controllare i cittadini:

Un approfondimento su questa teoria del complotto si può trovare sul blog del giornalista Paolo Attivissimo. Qui ricordiamo solo i due principali errori su cui si basa quest’accusa:

– si confonde l’acronimo CHIP (Children’s Health Insurance Program) presente in una legge approvata nel 2009, per un riferimento a un reale microchip, laddove, invece, si tratta di un programma di assicurazione sanitaria per bambini;

– di solito si cita, inoltre, anche una proposta di legge che, in realtà, non è mai stata approvata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *