Una vecchia esperienza

Oggi (in realtà ieri, visto che sto scrivendo dopo la mezzanotte del 28 novembre) il giornalista Massimiliano Di Giorgio, che ho conosciuto anni fa via web e poi dal vivo, ha ripercorso sul suo sito la storia di Novamag, una testata che dal 2006 al 2010 ha provato a descrivere il reale e il virtuale, la separazione (forse oggi scomparsa, come Massimiliano giustamente fa notare) tra on e off.

Al progetto di Novamag presi parte anche io, con qualche articolo riguardante il web (ad esempio i blog, ma anche i giochi on line), ma anche la politica, i libri nonché qualche posto interessante in cui mi capitava di imbattermi. Per Novamag fu organizzata anche una festa in un locale romano, in cui ci fu modo (almeno per me) di incontrare per la prima volta tanti autori con cui avevo avuto modo di interagire solo tramite schermo e tastiera. Mi ricordo che quella sera andai un po’ incuriosito, ma anche intimorito, poiché, se la memoria non mi inganna, avevo l’idea di fare per qualche bislacco motivo una brutta figura di fronte a gente che mi sembrava essere molto più in gamba di me (anche perché lo era).

Qui avevo già tempo fa salvato le mie cose. Ora Massimiliano sul suo sito ha messo a disposizione l’intero archivio (in formato .pdf) dell’intera produzione di Novamag, e, insomma, ho scritto questo post soprattutto per segnalarvelo.